Giovanni Ruffino | Mestieri e lavoro nei soprannomi siciliani

 
 
 
AUTORE |   Giovanni Ruffino
TITOLO |   Mestieri e lavoro nei soprannomi siciliani
Un saggio di geoantroponomastica
Curatore |  
collana |   Materiali e ricerche dell'ALS, 24
anno |
pagine |
ISBN |
2009
386 + DVD
978-88-96312-03-2
prezzo |
* disponibilità |
  € 40,00
disponibile
Con la collaborazione di Elena D’Avenia, Aura Di Giovanni e Giuliano Rizzo
In Appendice - Aspetti e momenti del lavoro in Sicilia nelle fotografie di Gerhard Rohlfs e di Paul Scheuermeier, e nei disegni di Paul Boesch (1922-1930)
Con un DVD (Z´ zvimmilaru/Cuffaru)
     
 

PRESENTAZIONE

Il saggio – alla cui redazione hanno collaborato Elena D’Avenia e Aura Di Giovanni – accoglie un’approfondita disanima dei soprannomi ergologici motivati da mestieri, attività, ruoli e mansioni. I materiali presentati – raccolti in 182 località siciliane, distribuite in tutte le provincie dell’Isola – costituiscono sezione di un più ampio progetto di antroponomastica popolare, condotto da Giovanni Ruffino su (quasi) tutti i comuni siciliani: un patrimonio vasto e complesso, che – nell’Introduzione al volume – l’Autore inquadra tipologicamente in base a criteri semantici e funzionali, oltre che formali, elaborando una classificazione duplice (tipi funzionali vs tipi ludici), che ha riscosso diffusi consensi tra gli studiosi di onomastica. Il saggio sottolinea inoltre, sin dalle prime pagine, come l’essenza motivazionale dei soprannomi – a lungo considerati elementi marginali del sistema onomastico – si riveli, invece, preziosa per la ricostruzione della storia e dell’universo culturale di riferimento del popolo (fatto di ideologie, rapporti sociali, pregiudizi e credenze ecc.). Entrando nello specifico dei soprannomi ergologici, la trattazione procede alla rappresentazione delle forme in tipi soprannominali, attraverso un elenco di 191 etichette. I singoli elementi denominativi sono successivamente organizzati sotto forma di lemmi in un lessico onomastico, arricchito da materiali iconografici e strutturato in sei parti: varianti diatopiche (fonetiche e morfologiche); nota linguistica; etnotesti; notazioni descrittive e riferimenti bibliografici; note; altri riferimenti. A seguire, 12 carte ALS d’impianto etnolinguistico, realizzate da Giuliano Rizzo, consentono di osservare la distribuzione diatopica delle testimonianze antroponomastiche relative alle principali tipologie di mestiere praticate in Sicilia; particolarmente interessanti sono le carte relative alle persistenze antroponomastiche di attività e mestieri scomparsi o residuali: quali, giusto per portare qualche esempio, quello dell’alliccacàntari (che all’alba passava di casa in casa a svuotare i vasi da notte, in sic. càntari) o quello del lampiunaru (che provvedeva all’accensione e alla manutenzione dei lampioni nelle strade del paese); mestieri dei quali, oggi, non resterebbe traccia senza la preziosa testimonianza dei soprannomi che, da essi, hanno tratto origine e motivazione. Il saggio è, inoltre, corredato da un apparato di carte lessicali tratte dall’AIS e da tre appendici che accolgono documenti iconografici inediti di grande importanza, provenienti dall’archivio AIS dell’Università di Berna: 80 fotografie realizzate da Gerhard Rohlfs e Paul Scheuermeier, e 64 disegni etnografici di Paul Boesch, risalenti ai rilevamenti per l’AIS in Sicilia. Il volume è infine accompagnato da un dvd, realizzato da Giuliano Rizzo, che contiene un prezioso video-documento sul lavoro dei costruttori di bisacce (źźimilari), ceste (cuffari) e altri manufatti.
 

INDICE

Premessa – Introduzione – Il soprannome: note introduttive – Mestieri e lavoro nei soprannomi siciliani – Lessico onomastico – Nota redazionale – I centri di riferimento – Le carte: ALS – Le carte: AIS – Appendici – Documenti fotografici di Gerhard Rohlfs – Documenti fotografici di Paul Scheuermeier – Disegni di Paul Boesch – Riferimenti bibliografici – Indici – Indice delle parole – Indice degli antroponimi non lemmatizzati – Indice dei nomi – Fotografie e disegni