LA LINGUA VARIABILE NEI TESTI LETTERARI, ARTISTICI E FUNZIONALI CONTEMPORANEI

presentazione

LA LINGUA VARIABILE NEI TESTI LETTERARI,
ARTISTICI E FUNZIONALI CONTEMPORANEI.

ANALISI, INTERPRETAZIONE, TRADUZIONE

Atti
XIII CONGRESSO SILFI
(Palermo, 22-24 settembre 2014)
http://www.csfls.it/silfi2014/

 

IN EVIDENZA

 

 

Il XIII Congresso della SILFI si è svolto a Palermo dal 22 al 24 settembre 2014. Il tema “La lingua variabile nei testi letterari, artistici e funzionali contemporanei. Analisi, interpretazione, traduzione”, prescelto nel XII Congresso di Helsinki del 2012, compie in qualche modo un percorso che era stato intrapreso in occasione dell’XI Congresso di Napoli (ottobre 2010), il cui tema era stato “La variazione nell’italiano e nella storia”. Tra l’altro, nel licenziare gli Atti per la stampa, i curatori Patricia Bianchi, Nicola De Blasi, Chiara De Caprio e Francesco Montuori si auguravano che le relazioni contenute nel ricco volume potessero segnare «un’ulteriore spinta a una considerazione d’insieme, sempre più articolata in prospettiva variazionale, della storia linguistica italiana».
È quanto si è voluto fare nelle tre giornate congressuali palermitane, sancite ora dalla pubblicazione delle cinquantasette relazioni presentate, che testimoniano un confronto ampio e vario, come risulta anche dalla pubblicazione su supporto informatico offerta ai Congressisti durante il Congresso, delle ottantaquattro relazioni che, per ragioni di tempo, non era stato possibile leggere nel corso dei lavori. L’articolazione di questi Atti testimonia, dunque, la eterogeneità di interessi e la molteplicità delle prospettive emerse.
Le Sezioni nelle quali i testi sono distribuiti ripropongono l’organizzazione dei lavori con riferimento alla variazione nei testi letterari (1a sezione), artistici (2a sezione) e funzionali (3a sezione). Seguono otto contributi su argomenti diversi, che per il loro speciale interesse erano stati accolti e vengono ora qui riproposti.
Nel licenziare gli Atti, dobbiamo esprimere la nostra gratitudine a quanti hanno contribuito al buon esito del Congresso nella impegnativa fase preparatoria e nella organizzazione dei lavori: Francesco Paolo Macaluso, Michele Burgio, Emanuela Chinnici, Elena D’Avenia, Silvia Galati, Francesco Scaglione, Maria Trovato.
Uno speciale ringraziamento dobbiamo esprimere a Silvia Columbano, delle Edizioni Cesati, per il solerte impegno con cui ha seguito la pubblicazione di questo volume.

Giovanni Ruffino e Marina Castiglione