Salvatore C. Sgroi | Gli Errori. Ovvero le verità nascoste – Nuova edizione riveduta e ampliata

 
 
 
AUTORE |   Salvatore C. Sgroi
TITOLO |   Gli Errori. Ovvero le verità nascoste
Nuova edizione riveduta e ampliata
Curatore |  
collana |   Piccola Biblioteca per la Scuola, 7
anno |
pagine |
ISBN |
2019
295
978-88-96312-96-4
prezzo |
* disponibilità |
  € 20,00
disponibile
     
 

PRESENTAZIONE

Il testo mira attraverso una esemplificazione di “usi linguistici giudicati errati” (questa la definizione qui proposta di “errore”), relativi al piano ortografico, fonologico, morfologico, morfo-sintattico, semantico-lessicale, testuale, a identificare le Regole, spesso inconsce, che li hanno generati, in competizione con altre Regole alla base di usi giudicati corretti, e ad evidenziare le motivazioni diverse, esplicite o meno (di tipo etimologico, logicistico, interferenziale, dialettale, estetico, ecc.) alla base di tali giudizi.
Il testo si propone di avviare il lettore (docenti, alunni, ecc.) ad analizzare i propri ed altrui usi linguistici con le relative ‘ideologie’ grammaticali, alla ricerca delle Regole di cui sopra (“verità nascoste”) mirando così a potenziare la propria competenza meta-linguistica.
L’esplicitazione e discussione dei criteri “prescrittivi” nei testi istituzionali (grammatiche e dizionari) a confronto con gli usi reali dei nativofoni (colti e non), potrà stimolare all’assunzione critica, responsabile, delle proprie scelte linguistiche, in piena autonomia, senza dover ricorrere fideisticamente all’autorità dell’ipse dixit.
 

SOMMARIO

Indice – Introduzione delle curatrici della collana – Premessa – Parte prima: Il linguaggio: chi è costui? – 1. Il nativofono non può commettere errori di lingua – 2. Gli errori locutivi (di verbalizzazione) del parlante nativo – 3. L’uomo e il linguaggio verbale – 3.1. Pensiero e verbalizzazione – 4. Linguaggio e onnipotenza semantica – 5. Grammatica «inconscia» e Grammatica scientifica (e scolastica) – 6. Errore: comunicativo e diastratico; due criteri di definizione – 6.1. Una tipologia sociolinguistica degli errori – 7. Correggere gli errori comunicativi, manipolando la lingua – 7.1. Correggere gli errori formali – 7.2. Correggere gli errori (comunicativi e formali: diastratici e non) ricorrendo alla grammatica esplicita?) – 8. L’errore: un uso generato da una regola (concorrente o in alternativa con un’altra) e giudicato con motivazioni diverse «errato» – 9. Ipersensibilità della scuola verso gli errori – 10. L’italiano regionale: corretto o sbagliato? – 10.1. Regionalismi nella lessicografia – 10.2. Italiano regionale o italiano popolare? – 10.3. Motivazioni degli usi regionali – arte seconda: Errori e pseudo-errori – 1. Pseudo-errori di verbalizzazione – 1.1. Pseudo-errori testuali del parlato: dunque, allora – 2. Errori ortografici – Caso 1 Un pò – Caso 2 A mo’ di / a mò di – Caso 3 A pie’ di e l’«eccezione» a piè di – aso 4 Qual’è – Caso 5 «Qual(’)è?»: a scelta! – Caso 6 «Qual’è» la vitalità dell’uso? E pseudo-regola <qual è> masch. vs <qual’è> femm. – Caso 7 Così parlò la Crusca (a proposito di <qual’è>) – Caso 8 Un’amico, un amica – Caso 9 Quore, squola – Caso 10 <cas-/co>, <ca-/ssa> – 3. Errori fono-ortografici – Caso 1 <-è> vs <-é> – Caso 2 Monosillabi omofoni accentati (si/sì, da/dà, ne/né, se/sé, che/ché, ecc.) – Caso 3 Monosillabi (non-omofoni) senza/con segnaccento (qui, qua, sta, va, blu, su, fu, tre, e ancora fa, do, re) – Caso 4 Il nesso fonologico /nts/ e /ns/ (/’pɛntso/, ecc.) – Caso 5 Il nesso ortografico <nz> (<penzare>, ecc.) – Caso 6 La geminata ortografica intervocalica <-bb->, <-bbr->, <-ggi> – Caso 7 La geminata <-bb-> – e la scempia <-b-> – in oscillazione – Caso 8 Tacquino, /tak’kwino/ – Caso 9 Eccezzionale, eccezzione – 4. Errori fono-prosodici – Caso 1 Persuàdere / dissuàdere – Caso 2 Egìda – Caso 3 Sàlubre – Caso 4 Errata corrìge – 5. Errori grafo-morfologici – Caso 1 Ingegn iere – Caso 2 Sogn-amo – 6. Errori morfologici – Caso 1 Stassi, dassi – Caso 2 Venghino, faccino, vadino – Caso 3 Vadi e la «regola di adiacenza» – Caso 4 Interrompino e la «regola di adiacenza» – Caso 5 Èbbimo, sèppimo, fécimo – Caso 6 Liquef-ando, ecc. – Caso 7 Esigi-to, esigi-uto – Caso 8 Gli ‘le, a lei; a lui’ – Caso 9 Le ‘gli, a lui; a lei’ – Caso 10 Gli ‘a loro’ – Caso 11 Ci ‘a lui, a lei, a loro’ – Caso 12 Ci ho fame, c’ho fame, ciò fame – Caso 13 Che ci, che gli, che l’ – Caso 14 Diversamente di – Caso 15 Di limitativo – 7. Errori di morfologia lessicale. Il genere grammaticale – Caso 1 Una/un’amalgama – Caso 2 Un impasse – Caso 3 Un acme – Caso 4 La diabete – Caso 5 Un arancio – Caso 6 Una/un’otre – Caso 7 Gli Opera omnia – Caso 8 La consiglio dei ministri – Caso 9 Il tav / la tav – 8. Errori morfo-sintattici – Caso 1 Più meglio (più peggio) / più migliore (più peggiore) – Caso 2 Sempre più(,) migliori – Caso 3 Meno peggio – Caso 4 Molto peggio(re): uno pseudo-errore – Caso 5 Medici donne o mediche? – Caso 6 Salutami alla mamma – Caso 7 A lui, non lo vogliono; A me mi hanno fregato alla grande – Caso 8 Stai attenta, papà! – Caso 9 Entrare la macchina, uscire il cane – Caso 10 L’ho telefonato! – Caso 11 Mi ho visto la televisione – Caso 12 «Avrebbe [o: sarebbe] dovuto essere»? – Caso 13 Mi auspico – Caso 14 Passato remoto pro ‘pass. pross.’ – Caso 15 Senza correre! – Caso 16 Senza fatto – Caso 17 Quanto ‘di modo che’ – 9. Errori sintattici – «Se + condiz.» (Casi 1-4) – Caso 1 Se potrei lo farei! – Caso 2 Se tu saresti il papa, io sarei allora l’imperatore – Caso 3 Non so se potrei farlo – Caso 4 «Se sarebbe così gentile da farci strada…» – Caso 5 Mi immagino che avessero potuto farlo – Caso 6 Credo che tu hai ragione – Caso 7 Io penso che bisogni partire… – Caso 8 «E io vorrei che tutti la salutiamo adesso» – Caso 9 Si accomodasse! – Caso 10 Lo mando a chiamo – 10. Errori di punteggiatura – Caso 1 La virgola tematica, che separa soggetto e predicato – Caso 2 La virgola prima del <, che> con la (s)oggettiva e dopo il <ma,> e <perché,> – 11. Errori lessicali – Caso 1 Redarre – Caso 2 Interdisciplinar-ietà, pluridisciplinar-ietà, complementar-ietà, elementar-ietà – Caso 3 Ossequ-i-ente – Caso 4 FediGrafo – Caso 5 Impersonificare (e impersonificazione) – Caso 6 Stigmatizzare – Caso 7 Un sedicesimo = 16 o 32 pagine? – Caso 8 Elicitare ‘produrre’ – 12. Lessico: regionalismi (e dialettalismi) – 12.1. Regionalismi segnici – 1. Accia 2. Amarostico 3. Ammazzatina 4. Arancina 5. Arancino – 6. Babbiare 7. Babbìo 8. Balata 9. Càlia 10. Capoliato 11. Cozzo 12. Fuitina 13. Lacerto 14.Mappina 15. Mascolina 16. Mascolino 17. Mucco 18. Nannato 19. Panellaro – 20. Pazzotico 21. Pecco 22. Porcheri-oso 23. Porcher-oso 24. Sbrigafaccende 25. Scaffa 26. Schitìcchio 27. Schiticchioso – 28. Sciancatello 29. Sciara 30. Sciarra 31. Sdiruppare 32. Sdisonorare 33. Sdisonorato 34. Spartenza – 35. Tradimentoso 36. Zaurdo, zaurro 37. Zineffa – 12.2. Regionalismi semantici (calchi) – Caso 1 Acido s.m. ‘acidità’ – Caso 2 Avvicinare v. intr. ‘andare a trovare qn.’ – Caso 3 Canale ‘tegola’ – Caso 4 Collera ‘dispiacere’ – Caso 5 Ingiuria ‘soprannome’ – Caso 6 Liscio ‘insipido’; ‘senza vivacità’ – Caso 7 Mollìca s.f. ‘pangrattato’ – Caso 8 Pomata ‘lucido (per le scarpe)’ – Caso 9 Rovescio ‘vomito’ – Caso 10 Sconoscere ‘ignorare’ – Caso 11 Tovaglia ‘asciugamani’ – 12.3. Regionalismi fraseologici – 1. A muzzo! 2. A ogni morte di papa 3. Alla muta 4. Avere il carbone bagnato 5. Bagnarsi prima di piovere 6. Becco e ribecco 7. Buttare sangue 8. Chi mangia fa molliche! 9. Ci vogliono diciannove soldi per fare una lira! 10. Da così a così 11. (È) là con là! 12. Essere nessuno mischiato con niente 13. Fare catenaccio 14. Fare la faccia lavata a uno! 15. Mangiarsi la castagna 16. Non è cosa per la quale! 17. Ogni mille mai 18. Parlare con la lingua di fuori 19. Per forza 20. Per il sì e per il no 21. Questo è il ringrazio! 22. Se la vede lui! 23. (Sei) dove vedi e dove svedi! 24. Stare al passo 25. Un altro tanto! 13. Lessico: regionalismi non-dialettali – Caso 1 Carpetta ‘cartella per documenti’ – Caso 2 Comod-ista ‘che/chi fa i propri comodi’ – Caso 3 Dolcerìa ‘pasticceria’ – Caso 4 Facilista ‘facilone’ – Caso 5 Imparare ‘insegnare’ – Caso 6 Riassuntare ‘riassumere’ – Caso 7 Stranizzare ‘meravigliare’ / stranizzato ‘meravigliato’ / stranizzarsi ‘meravigliarsi’ – Riferimenti bibliografici – Indice delle parole, dei tecnicismi, delle nozioni – Indice dei nomi propri